Retrò e Vintage

Il passato che torna

Gli stili e le tendenze del passato tornano sempre più prepotentemente ad occupare le mode di oggi creando un ponte tra passato e presente e dando vita a una mescolanza di stili e forme.

Bisogna innanzitutto fare un’importante distinzione tra vintage e retrò.
Nel Vintage rientrano tutti quegli oggetti vissuti, siano essi capi d’abbigliamento, mobili, dischi ecc, che siano “vecchi” di almeno 20 anni e che siano diventati cult per via della fattura o della loro iconicità.
Per Retrò, o in stile, invece intendiamo un oggetto di nuova fattura che si ispira e rende omaggio a una determinata epoca richiamandone lo stile e il gusto.

Esempi di oggetti vintage che tornano in voga e di nuove creazioni ispirate ad epoche passate sono oggi visibili in tutti i settori: dal design alla moda, dall’elettronica agli accessori, dall’home decor alla tecnologia.
Questi oggetti vengono accostati ad elementi contemporanei e continuamente reinventati per offrire una scelta sempre più ampia al consumatore che diventa, da una parte, colui che ispira le mode e dall’altra colui che le riusa e le ripersonalizza.

Tendenze Retrò nel Fashion

Donna anni 50Il fashion è uno dei settori che maggiormente attinge dalle atmosfere passate per creare nuove collezioni e nuove tendenze.
Sempre più spesso si ritrovano elementi della moda che va dagli anni ’50 ai ’90 nell’abbigliamento moderno, come nel tentativo di permettere anche alle nuove generazioni di assaggiare e fare propri stili passati ai quali, altrimenti, non avrebbero più modo di avvicinarsi. Ancora una volta il passato si presenta come qualcosa di prezioso con delle caratteristiche da riproporre e rivivere.

In questo contesto, ad esempio, troviamo le nuove collezioni moda autunno/inverno 2018/2019 di Desigual che si rifanno ai look anni ’80 e ’90 con capi dai colori forti e fluo, stampe animalier, frange e spalline, patchwork, capi dalla vestibilità oversize e mix di stili e tessuti. Anche il denim si ispira alla moda anni ’80 con borchie e spalline e capi d’ispirazione workwear.
Allo stesso tempo, sopravvivono gli evergreen in stile anni ’50 come i pois, le longuette e i pantaloni a vita alta, le tonalità oro e nero, il pizzo.

Anche tra accessori e gioielli troviamo moltissimi esempi di oggetti in stile anni ’80: tornano di moda così le spille per chiudere giacche e cappotti, i maxi orecchini a cerchio, gli orologi Casio.

Il Retrò in casa: Ariete e la collezione Vintage

Anche nei settori dell’home decor e dell’arredo si assiste a un forte recupero di forme e linee del periodo che va dagli anni ’40 ai ‘70 e di pezzi vintage, che si mescolano e si inseriscono all’interno di contesti moderni e minimalisti.

Arredo retròMoltissime le produzioni che omaggiano questo trentennio e che riprendono lo stile nei colori e nelle forme, riportando in auge ad esempio le forme arrotondate tipiche degli anni ’50, i colori frizzanti degli anni ’60 ispirati alla pop art, e il minimalismo degli anni ’70 dai colori forti ma sobri e dal design estremamente funzionale.

Tra i brand che recentemente si sono distinti fortemente per la creazione di collezioni dal forte sapore retrò troviamo Ariete, che ha ideato due linee per la cucina che omaggiano gli anni ’50 e ’60 con uno stile unico ed estremamente curato.

La gamma Party Time che richiama lo stile anni ’50 delle American Diner, con colori forti e brillanti come il rosso cui fanno da contrasto il bianco/panna e e il silver del logo.
La gamma Vintage in stile anni ’60 dalle forme bombate e dai colori pastello, che unisce al gusto dell’epoca l’innovazione tecnologica e il design minimalista e lineare.

Un cult dell’elettronica: la Polaroid

Tra gli anni ’70 e ’80 le macchine fotografiche a sviluppo istantaneo, comunemente chiamate Polaroid, spopolarono in tutto il mondo diventando una delle tecnologie di consumo più usate. Con l’introduzione della fotografia digitale queste macchinette furono pian piano sostituite dalle più innovative forme di fotografia che permettevano non solo di scattare un elevato numero di immagini, non essendo più vincolate dal rullino, ma davano anche la possibilità di immagazzinarle in uno spazio virtuale, riducendo il volume di spazio fisico necessario alla conservazione delle fotografie.

Polaroid OneStep anni 70Negli ultimi 15 anni anche nell’elettronica si è assistito a un fenomeno di riscoperta di oggetti passati, di una vera e propria passione ritrovata per le cosiddette retrotecnologie, che naturalmente non si limitano alla fotografia e alle polaroid, ma anche ai vinili, alle macchine da scrivere o alle pellicole super8.

La Polaroid è oggi ri-commercializzata da Polaroid Originals, che ha creato la One Step 2 ispirata allo storico modello del 1977.
Questa macchina fotografica, dal sapore retrò e dalle caratteristiche vintage ma con degli elementi moderni, offre un approccio del tutto diverso alla fotografia rispetto a quanto concesso dalle digitali: ogni scatto diventa un oggetto unico, non replicabile. E poi, c’è il gusto dell’attesa per vedere la foto, che tanto piace ai nostalgici dell’analogico.

Redatto da Marta di MyTDsocial

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.